Il nostro 25 Novembre 2016 – Giornata mondiale contro la violenza sulle donne operativa

15032054_1113471615385585_2053710197774578845_n


Una serie di iniziative e di concreti segnali di vicinanza a sostegno delle donne costituisce la proposta dell’Associazione Donne al Traguardo per una celebrazione operativa della Giornata mondiale contro la violenza. Dopo l’inaugurazione dello sportello antiviolenza realizzato nel Comune di Sestu e presentato sabato scorso, giovedì 24 Novembre alle ore 10,30 l’associazione, d’intesa col Comune di Villasalto, ufficializzerà l’attività di sportello avviata nel Sarrabus/Gerrei. In entrambi i casi il personale del Centro Antiviolenza delle Donne al Traguardo dedicherà una parte dell’orario lavorativo alle donne di quei territori e dell’area vasta di Cagliari. Venerdì 25 alle ore 10,30 nell’aula consiliare di Sant’Antioco sarà presentato il nuovo sportello Antiviolenza e antistalking fortemente voluto e sostenuto economicamente da tutti i Comuni del Plus del Sulcis. Il nuovo servizio potrà quindi avvalersi di personale dedicato. Per l’occasione, sotto il Municipio di Sant’Antioco e per tutta la durata dell’evento, stazionerà il camper antiviolenza della Polizia di Stato con a bordo anche le operatrici del Centro Donne al Traguardo che continueranno a prestare la propria consulenza nelle tappe successive del tour in alcune piazze del capoluogo e dell’hinterland. Nel Sulcis la mobilitazione a sostegno del nuovo Centro antiviolenza è generale ed anche a Carbonia le socie del Rotary hanno organizzato per il 25 Novembre eventi di raccolta fondi, mentre le socie della Lilith organizzeranno una fiaccolata.
Sempre venerdì 25 Novembre alle ore 18 nella sede sociale delle Donne al Traguardo a Cagliari (via Monsignor Piovella 26 – scuola Emilio Lussu – secondo piano) si svolgerà un evento celebrativo con la lettura di poesie a cura di Luciano Marongiu ed una dimostrazione di autodifesa personale a cura di Patrizio Loi Tecnico Federale FIKBMS per il Settore Difesa Personale presso Palestre Picasso. L’accesso a tutti gli eventi è libero e gratuito.

 

 

 

25 Novembre 2016 Apertura Centro Antiviolenza Plus Carbonia

15138303_659384010899973_4838873071764053812_o

SIETE TUTTI INVITATI ALLA CONFERENZA STAMPA DEL NUOVO SPORTELLO ANTIVIOLENZA – ANTISTALKING DELL’ AMBITO DEL PLUS DI CARBONIA IN COLLABORAZIONE CON L’ASSOCIAZIONE DONNE AL TRAGUARDO ONLUS

LA CONFERENZA STAMPA SI TERRA’ IL 25 NOVEMBRE A SANT’ANTIOCO – AULA CONSILIARE ORE 10.30

SIETE TUTTI INVITATI!!

VI ASPETTIAMO!

24 Novembre 2016 Apertura sportello antiviolenza comune di Villasalto

15027541_1721992714794471_5043476102493132871_n 15107221_1721992721461137_5878959788972313813_n

L’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Villasalto Anna Lusso, comunica che il giorno 24 Novembre 2016 alle ore 10:30 verrà presentato presso la Sala Consiliare del Comune di Villasalto, lo sportello Antiviolenza e anti-stalking, frutto di un protocollo di intesa tra l’Amministrazione Comunale e l’Associazione ”Donne al Traguardo”.

Il servizio, completamente gratuito, si propone di rafforzare le azioni di prevenzione e di contrasto della violenza “in genere”, di promuovere la cultura volta alla valorizzazione di qualsiasi persona e dell’evoluzione sociale e istituzionale.

Cosa offre:
– ascolto; orientamento legale e psicologico agli utenti vittima di violenza,
– programmazione/sviluppo di interventi di supporto a persone sottoposte ad ogni forma di violenza (vessazione, mobbing, abusi o stalking);
Lo sportello, esteso anche a tutti gli utenti del territorio, sarà aperto tutti i primi Giovedì del mese dalle ore 10:00 alle ore 13:00.

Contatti telefonici: 070 2080137
Email: centroantiviolenza_dat@hotmail.it

Centri Antiviolenza e Case Rifugio a rischio di chiusura

COMUNICATO STAMPA
Centri Antiviolenza e Case Rifugio a rischio di chiusura

I Centri e le Case Rifugio sorti per contrastare la violenza contro le donne rischiano di saltare a causa del mancato versamento dei finanziamenti da parte della Regione Sardegna. Per questa ragione lo scorso 25 Ottobre il Coordinamento della Rete Regionale dei Centri Antiviolenza e Antistalking ha chiesto un incontro urgente al Presidente Francesco Pigliaru, l’assessore della Sanità Luigi Arru e la dirigente delle Politiche Sociali Stefania Manca, senza ottenere finora alcuna risposta. All’ordine del giorno il gravissimo stato di crisi in cui versa la Rete dei Centri e delle Case Rifugio per la mancata erogazione delle risorse economiche per le annualità 2014 (a saldo dei fondi spesi nel 2015) e 2015 per quelle anticipate per il corrente anno 2016.
Il Coordinamento della Rete Regionale Antiviolenza si è riunito a Tramatza proprio per definire iniziative utili a scongiurare che cessino i servizi finora garantiti e necessari per la lotta e il contrasto alla violenza di genere. Se ciò accadesse si impedirebbe alle donne vittime di violenza, stalking, maltrattamento e abuso e ai figli minori che ad esse si accompagnano, di intraprendere i percorsi di libertà, affiancamento e tutela stabiliti e riconosciuti dalla Convenzione di Istanbul per i Centri Antiviolenza e le Case Rifugio. Nel merito, la Regione Sardegna ha emanato fin dal 2007 una apposita legge che in questi anni ha consentito a migliaia di donne presenti nel territorio regionale di affrancarsi dalla violenza maschile e riprogettare una propria vita in piena autonomia. La stessa legge ha permesso altresì di usufruire di personale formato e specializzato nei processi di tutela e prevenzione. Tutto questo rischia di essere vanificato dalla mancata erogazione dei fondi necessari per la prosecuzione del lavoro e dall’assenza della delibera per i fondi relativi al 2016 da impiegare per il prossimo anno. I Centri Antiviolenza versano ormai in una situazione finanziaria ai limiti della sopravvivenza organizzativa, dovendo anticipare, sul piano delle risorse, diverse annualità, compresa quella del 2016. In questo scenario, il Coordinamento prende atto anche come, inspiegabilmente, nella delibera del 2015, il Centro Antiviolenza di Olbia non venga neppure menzionato. Allo stato attuale, la Regione Sardegna ha provveduto a versare i fondi, a suo tempo impegnati, soltanto al Centro Antiviolenza e alla Casa rifugio Onda Rosa di Nuoro, seppure decurtati. Vista dunque la paralisi che i Centri Antiviolenza stanno sopportando e la prevedibile e imminente serrata in assenza di fatti nuovi, è stato sollecitato un incontro urgente tra i citati rappresentanti della Regione Sardegna e le delegazioni dei nove centri antiviolenza e delle cinque case rifugio sorte e operanti in forza della Legge Regionale n.8/2007.
La richiesta è stata sottoscritta dai Centri Antiviolenza e Case Rifugio Casa Aurora di Sassari, Onda Rosa di Nuoro, Prospettiva Donna di Olbia, Donna Eleonora di Oristano, Donne al Traguardo di Cagliari e dai Centri Antiviolenza Donna Ceteris di Cagliari e Quartu S.Elena, Sa Reina e Ogliastra.

Cagliari, 14 Novembre 2016

 

 

depliant violenza 2016 - frontedepliant violenza 2016 - FAMIGLIA - retro  stop

I corsi 2016 – 2017

manifesto-definitivo

I corsi e laboratori dell’associazione Donne al Traguardo inzieranno questa settimana a partire da mercoledì 2 Novembre.

Mercoledì: Cucina delle feste, Scrittura Creativa, Cucito base e Inglese base.

Venerdì: Fotografia e Photoshop, Make up cosmesi naturale e Informatica di base.

Sabato: Yoga e Zumba.

Lunedi: Cucina italiana e sarda

Martedì: Corso “Pronto Bar” e Fotografia e Photoshop

Mercoledì: Pittura su Tessuto, Cucina delle feste, Scrittura Creativa, Cucito base e Inglese base.

Prima lezione senza impegno, informazioni al 3487241225 o tramite la mail donnealtraguardo@hotmail.com

I corsi sono aperti a tutti, vi Aspettiamo!