Festa della donna 2019 – Uniti contro la violenza

La serata si terrà venerdì 8 Marzo 2019 a partire dalle ore 18 nel locale Vai che ce n’è in viale Trieste 24 a Cagliari.
La serata Uniti contro la violenza (giunta alla terza edizione) è stata ideata dall’Associazione Donne al Traguardo per celebrare la giornata della Donna e sostenere le importanti iniziative sociali che fin dal 2001 vengono portate avanti nel territorio Sardo.

La Festa prenderà il via alle ore 18 con il giropizza ( l’accesso al giropizza avrà un costo di 10 euro con 2 consumazione ) durante il quale verranno estratti i numeri vincenti (più di 40 premi in palio).
Dalle 20.30 terminato il giropizza si potrà cenare con il menù alla carta di Vai che ce n’è Viale Trieste 24.
Il ricavato del giropizza e della lotteria servirà a sostenere i progetti per le donne e i bambini in difficoltà aiutati dell’associazione.
Prenotazioni per il giropizza solidale dalle ore 18.00 alle 20.30
o per la cena alla carta dalle ore 20.45 alle 00.30
+39 392 02 00 531 / 070 20 47 650
Sarà possibile acquistare i biglietti della lotteria direttamente al locale in viale Trieste 24 a Cagliari oppure nella sede dell’ associazione in via Monsignor Piovella 26 a Cagliari (070 7562265).

Programma della serata:
Ore 18.00 – 20.30 Giropizza con estrazione numeri vincenti
Ore 20.30 – 00.30 Cena alla carta con il menu del ristorante
Ore 23.30 – 2.30 Dj set

L’Associazione Donne al Traguardo Onlus che fin dal 2001 è schierata al fianco del mondo femminile gestendo 2 Centri Antiviolenza, diverse Case rifugio, un centro di aggregazione e diverse accoglienze a sostegno di donne, bambini e uomini in stato di estrema indigenza.
L’iniziativa, all’insegna della compagnia e del sano divertimento (lotteria solidale, convivialità e dj set musicale), vedrà pure un richiamo alla sensibilizzazione e alla solidarietà nei confronti delle donne e dei bambini meno fortunati

Vi aspettiamo! 😊🎉🍕🍻🥂🍷

Oneri informativi aiuti ricevuti dalle Pa 2018

Annualità 2018

Comune di Cagliari :

Centro Antiviolenza : 15.683,82 18.01.18 ; 6.500,00 25.05.18 ; 4.518,22 16.07.18 ; 1.000,00 09.10.18

Casa Rifugio Antiviolenza : 43.602,37 19.01.18 ;  19.000,00 29.05.18 ; 42.743,78 04.07.18 ; 10.155,84 05.10.18

Deistituzionalizzazione 2 Madri e 3 bambini 5.000,00 18.01.18

Progetto Cultura 15 anni associativi: 1.042,32

Sant’Ignazio Uomini senza fissa dimora: 1.000,00 24.04.19 ; 9.002,00 24.04.19 ; 10.002,00 24.04.19

Sant’Ignazio Donne senza fissa dimora: 4.654,22 25.05.19;

 

Comune di Sant’Antioco :

Sportello antiviolenza: 3840,00 02.02.18 ; 6.000,00 15.05.19 ; 2.000,00 16.10.18 ; 1.000,00 ;

 

Comune di Gonnesa

Progetto prevenzione violenza: 2.000,00 08.06.18 ; 1.500,00 06.12.18 ;

 

Statale:

5 per Mille : 1.189,61 16.08.18 ;

Presidenza del Consiglio dei Ministri progetto potenziamento Centro antiviolenza : 58.326,23 10.12.18 ;

 

Regione Sardegna:

progetto Sas scuole: 23.757,79 19.12.18 ;

Donna al Traguardo dell’anno 2019

Si  chiama Sabina Scattu e abita a Capoterra la vincitrice della diciassettesima edizione del concorso Donna al Traguardo dell’Anno. La storia è stata scritta e presentata dal suo compagno di vita, Luca Fiscariello, e racconta come l’impegno e lo studio siano insostituibili alleati per realizzare i propri sogni. Ragioniera per forza e artista per vocazione, Sabina Scattu è riuscita nell’intento di acquisire le tecniche del ricamo tradizionale e di trasmetterle ad altre donne organizzando corsi speciali.

Con la donazione di uno stabile da destinare ad accoglienza per le donne e i bambini in difficoltà, Maria Rosa Murgia di Cagliari si è aggiudicata invece il Premio Sorellanza, giunto alla nona edizione. La casa, gestita dall’associazione Donne al Traguardo, è in funzione da qualche mese ed ospita già quattro donne e due bambini.

Per la sezione del concorso dedicata ai migliori scrittori, la giuria ha assegnato due premi a pari merito. Il primo è andato a Ilaria Muggianu Scano di Cagliari che ha raccontato le vicissitudini di Filomena Secci di Roma, riuscita a diventare puericultrice dei figli dei vip dopo essersi affrancata dal ruolo di servetta. Il secondo è stato assegnato alla protagonista di una cruda storia di soprusi e violenze superati con l’aiuto di un’amica e col sostegno del Centro Antiviolenza.

Dopo aver dato lettura di una sintesi delle storie vincitrici davanti a una gremita sala conferenze della Fondazione di Sardegna, la giuria dell’Associazione Donne al Traguardo ha quindi assegnato menzioni speciali a Francesca Mariagrazia Poma di Muravera, Federica Pilia di Seneghe, Pina Soddu di Cagliari, Sara Milia di Muravera, Enza Drago di Dolianova

Lo staff del Centro Antiviolenza ha assegnato a Lucia Lanza di Assemini una segnalazione speciale per una storia di atti persecutori compiuti da un estraneo travestito da amico generoso.

La consegna dei premi è stata preceduta dalla commemorazione di Monica Carboni, una socia delle Donne al Traguardo recentemente scomparsa alla quale il premio è stato dedicato.

“Anche quest’anno –ha sottolineato la presidente Silvana Migoni- siamo riuscite a restituire un poco di visibilità al valore spesso dimenticato delle donne che rappresentano uno dei motori della vita sociale, con ciò che hanno di positivo, di buono e a volte di eroico in modo commovente”.

Al termine delle premiazioni è stato presentato il nuovo volume delle Storie di ordinaria resistenza femminile che pubblica anno per anno una selezione dei racconti in concorso. Il volume è disponibile nella sede sociale di Donne al Traguardo in via Monsignor Piovella 26 a Cagliari. Info al tel. 0707562265.

Con preghiera di cortese diffusione