Donne al Traguardo e Carabinieri insieme contro la violenza

18519644_1327641410635270_1206470351492384807_nOggi è stato sottoscritto il protocollo d’intesa tra l’Arma dei Carabinieri e l’Associazione
Onlus “Donne al traguardo”, con sede in Cagliari via Monsignor Piovella 26, fondata nel
2001 con l’obbiettivo di promuovere iniziative volte a contrastare la violenza contro le
donne e i minori.
Il protocollo, firmato presso la Caserma “E. Zuddas”, sede della Legione Carabinieri
Sardegna, è stato diramato a tutti i presidi dell’Arma dislocati nell’Isola per migliorare i
rapporti di collaborazione, sì da svolgere un servizio di prossimità più efficace nel delicato
settore.
Il Comando Legione Carabinieri si è impegnato a:
− collaborare attivamente con il Centro Antiviolenza al fine di meglio supportare le vittime
che necessitano di misure di protezione e messa in sicurezza, informandolo per i
successivi adempimenti;
− richiedere, d’intesa con le vittime e l’Autorità Giudiziaria l’intervento di personale
specializzato del centro per colloqui di sostegno delle vittime ed eventuali consulenze di
carattere legale;
− intervenire con i propri mezzi, in caso di denuncia telefonica da parte di un centro, di atti
di violenza su donne e minori, in conformità con i Piani di controllo coordinato del
territorio.Foto di gruppo

depliant violenza 2016 - fronte

depliant violenza 2016 - FAMIGLIA - retro

La casa dalle nuvole dentro

18341856_1447059148648492_2038369979011964714_nReport annuale del Centro Antiviolenza Donne al Traguardo

La casa dalle nuvole dentro è il tema del VIII Rapporto annuale sull’attività del Centro Antiviolenza Antistalking e della Casa Rifugio  dell’Associazione Donne al Traguardo che verrà illustrato Venerdì 19 Maggio 2017 alle ore 17,30 a Cagliari nella Sala Conferenze dell’Unione Sarda in piazza Unione Sarda.

Fra le nuove iniziative avviate nel corso della passata annualità figura il lavoro svolto con i minori vittime di violenza assistita, l’apertura di attività di sportello nel territorio provinciale e l’intensificazione dell’azione di recupero degli uomini maltrattanti attuata in collaborazione con l’Ufficio penale di esecuzione esterna (UEPE), la Questura, l’Arma dei Carabinieri, la Direzione e il Servizio educativo del carcere di Uta dove sono in corso gruppi di trattamento per i carcerati. Saranno infine presentate le statistiche sull’andamento del fenomeno relativamente ai casi di violenza trattati e alle donne che sono state accolte coi figli minori nella Casa Rifugio.

I lavori si chiuderanno con la presentazione del romanzo a tema dal titolo “La casa dalle nuvole dentro” affidata alla giornalista della Nuova Sardegna Alessandra Sallemi che condurrà un dialogo con l’autore Giacomo Grifoni, psicoterapeuta tra i fondatori del Centro di ascolto maltrattanti di Firenze, tra le prime realtà ad avviare percorsi strutturati di trattamento degli autori di violenza. La sala dell’incontro sarà decorata con alcune opere dell’artista Serena Fazio.

Ingresso libero e gratuito

Evento La casa dalle nuvole dentro

24 Novembre 2016 Apertura sportello antiviolenza comune di Villasalto

15027541_1721992714794471_5043476102493132871_n 15107221_1721992721461137_5878959788972313813_n

L’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Villasalto Anna Lusso, comunica che il giorno 24 Novembre 2016 alle ore 10:30 verrà presentato presso la Sala Consiliare del Comune di Villasalto, lo sportello Antiviolenza e anti-stalking, frutto di un protocollo di intesa tra l’Amministrazione Comunale e l’Associazione ”Donne al Traguardo”.

Il servizio, completamente gratuito, si propone di rafforzare le azioni di prevenzione e di contrasto della violenza “in genere”, di promuovere la cultura volta alla valorizzazione di qualsiasi persona e dell’evoluzione sociale e istituzionale.

Cosa offre:
– ascolto; orientamento legale e psicologico agli utenti vittima di violenza,
– programmazione/sviluppo di interventi di supporto a persone sottoposte ad ogni forma di violenza (vessazione, mobbing, abusi o stalking);
Lo sportello, esteso anche a tutti gli utenti del territorio, sarà aperto tutti i primi Giovedì del mese dalle ore 10:00 alle ore 13:00.

Contatti telefonici: 070 2080137
Email: centroantiviolenza_dat@hotmail.it

Centri Antiviolenza e Case Rifugio a rischio di chiusura

COMUNICATO STAMPA
Centri Antiviolenza e Case Rifugio a rischio di chiusura

I Centri e le Case Rifugio sorti per contrastare la violenza contro le donne rischiano di saltare a causa del mancato versamento dei finanziamenti da parte della Regione Sardegna. Per questa ragione lo scorso 25 Ottobre il Coordinamento della Rete Regionale dei Centri Antiviolenza e Antistalking ha chiesto un incontro urgente al Presidente Francesco Pigliaru, l’assessore della Sanità Luigi Arru e la dirigente delle Politiche Sociali Stefania Manca, senza ottenere finora alcuna risposta. All’ordine del giorno il gravissimo stato di crisi in cui versa la Rete dei Centri e delle Case Rifugio per la mancata erogazione delle risorse economiche per le annualità 2014 (a saldo dei fondi spesi nel 2015) e 2015 per quelle anticipate per il corrente anno 2016.
Il Coordinamento della Rete Regionale Antiviolenza si è riunito a Tramatza proprio per definire iniziative utili a scongiurare che cessino i servizi finora garantiti e necessari per la lotta e il contrasto alla violenza di genere. Se ciò accadesse si impedirebbe alle donne vittime di violenza, stalking, maltrattamento e abuso e ai figli minori che ad esse si accompagnano, di intraprendere i percorsi di libertà, affiancamento e tutela stabiliti e riconosciuti dalla Convenzione di Istanbul per i Centri Antiviolenza e le Case Rifugio. Nel merito, la Regione Sardegna ha emanato fin dal 2007 una apposita legge che in questi anni ha consentito a migliaia di donne presenti nel territorio regionale di affrancarsi dalla violenza maschile e riprogettare una propria vita in piena autonomia. La stessa legge ha permesso altresì di usufruire di personale formato e specializzato nei processi di tutela e prevenzione. Tutto questo rischia di essere vanificato dalla mancata erogazione dei fondi necessari per la prosecuzione del lavoro e dall’assenza della delibera per i fondi relativi al 2016 da impiegare per il prossimo anno. I Centri Antiviolenza versano ormai in una situazione finanziaria ai limiti della sopravvivenza organizzativa, dovendo anticipare, sul piano delle risorse, diverse annualità, compresa quella del 2016. In questo scenario, il Coordinamento prende atto anche come, inspiegabilmente, nella delibera del 2015, il Centro Antiviolenza di Olbia non venga neppure menzionato. Allo stato attuale, la Regione Sardegna ha provveduto a versare i fondi, a suo tempo impegnati, soltanto al Centro Antiviolenza e alla Casa rifugio Onda Rosa di Nuoro, seppure decurtati. Vista dunque la paralisi che i Centri Antiviolenza stanno sopportando e la prevedibile e imminente serrata in assenza di fatti nuovi, è stato sollecitato un incontro urgente tra i citati rappresentanti della Regione Sardegna e le delegazioni dei nove centri antiviolenza e delle cinque case rifugio sorte e operanti in forza della Legge Regionale n.8/2007.
La richiesta è stata sottoscritta dai Centri Antiviolenza e Case Rifugio Casa Aurora di Sassari, Onda Rosa di Nuoro, Prospettiva Donna di Olbia, Donna Eleonora di Oristano, Donne al Traguardo di Cagliari e dai Centri Antiviolenza Donna Ceteris di Cagliari e Quartu S.Elena, Sa Reina e Ogliastra.

Cagliari, 14 Novembre 2016

 

 

depliant violenza 2016 - frontedepliant violenza 2016 - FAMIGLIA - retro  stop

Progetto a favore dei minori vittime di maltrattamento

Uno spazio “neutro” dotato di specchio unidirezionale e impianto di videoregistrazione è stato allestito nella sede del Centro Antiviolenza Donne al Traguardo (viale Merello 87 A – Cagliari) con le risorse di una sottoscrizione promossa dal Rotary Club Cagliari Est nell’intento di migliorare le prestazioni a favore dei minori vittime di maltrattamento, abuso e violenza assistita.

L’avvio del progetto alla fase operativa è stato presentato questa mattina dallo staff del Centro Antiviolenza e dai rappresentanti del Rotary Paolo Usai e Bruno Loviselli. Nella giornata internazionale contro la violenza il sodalizio cagliaritano propose ai suoi soci, col sostegno di numerosi sponsor, una festa che consentì di raccogliere le somme necessarie. Un ringraziamento a tutti i membri del Rotary è stato rivolto in apertura dalla presidente di Donne al Traguardo Silvana Migoni. “Siamo consapevoli –ha dichiarato- che solo lavorando in rete, con il concorso positivo di tanti, i servizi esistenti possano essere sempre più adeguati ai bisogni delle persone”.

“Siamo lieti –ha affermato Paolo Usai- di aver collaborato ad un progetto importante e ben strutturato che potrà essere utile ai bambini che vivono un momento di grave disagio legato a situazione di violenza”. Lieti specialmente di essere in grado di muovere la nostra piccola ruota e farne muovere altre”.

“Interveniamo – ha chiarito Bruno Loviselli- dove ci sono specifiche necessità che abbiano quale obbiettivo il rafforzamento del privato sociale e ricadute positive nelle persone in difficoltà”.

1300 donne prese in carico dal 2009 ad oggi, quasi tutte vittime di violenza domestica, 200 minori inseriti in percorsi di supporto per aiutarli a superare i disagi a cui hanno assistito: il problema di una maggiore cura nell’osservazione clinica dei minori, costituiva da tempo un obbiettivo del Centro Antiviolenza Donne al Traguardo. La coordinatrice del Centro, Claudia Tomasi – ha evidenziato come un’osservazione non invasiva dei rapporti che i minori intrattengono coi propri familiari, consenta un approccio molto più corretto ed efficace rispetto alle azioni di sostegno da mettere in campo. Tra l’altro –ha puntualizzato la psicologa del Centro Michela Tarica- con la stessa raccolta fondi è stato possibile acquisire manuali e test che agevolano l’individuazione dei fattori di rischio, spianando la strada al nostro lavoro”. La tutela del rapporto madre bambino – ha concluso l’assistente sociale Vanessa Asunis- è in cima alle nostre preoccupazioni, proprio perché le situazioni di violenza possono produrre nella vittima momenti di inadeguatezza che vanno superati con decisione.

15 anni di impegno a fianco delle donne

13131158_988761411189940_6106713148318489536_o

Poesia, musica, arte e impegno civile per la nostra festa giovedì, 16 Giugno 2016 all’ExMà di Cagliari (Via San Lucifero 71) si celebra il nostro quindicesimo anniversario dalla data di costituzione, avvenuta il 16 Luglio 2001. L’evento prenderà avvio alle ore 18 con  un recital di poesia e prosa a cura del laboratorio permanente di scrittura creativa diretto da Carmen Salis (Parole al vento); seguirà l’inaugurazione di una Mostra antologica dell’artista autrice del logo dell’Associazione Rose Marie Eggmann (Ginevra 1924-2001) dal tema “La volontà siede accanto al destino”; una proiezione della cronistoria per video e immagini delle Donne al Traguardo (Crescendo femminile plurale); la presentazione del brano rap contro la violenza (Lividi nel cuore) che gli studenti dell’Istituto Superiore A,Volta di Guspini hanno voluto dedicare all’associazione; un concerto di musica dal vivo del gruppo “A reti unificate”. Per agevolare la partecipazione, sarà disponibile un servizio gratuito di intrattenimento per i bambini. L’accesso all’evento sarà libero e gratuito. Il laboratorio di scrittura creativa presenterà una rassegna di elaborati che, in alcuni casi, hanno consentito ai partecipanti di assicurarsi prestigiosi premi a livello nazionale. Chiuderà la serata un concerto di musica dal vivo con un repertorio anni ’70 e ’80 .

Dove?

 

 

Ateneika Pink Run

Domenica 29 Maggio dalle ore 18 collaboreremo alla realizzazione della splendida iniziativa “Ateneika Pink Run”.

All’interno del nostro stand informativo sarà possibile, grazie alle nostre amiche, avere tutte le informazioni e ritirare il nostro materiale informativo!

Appuntamento Domenica 29 maggio al CUS (CENTRO UNIVERSITARIO SPORTIVO) alle ore 19.00 per l’ ATENEIKA PINK RUN: una corsa solidale al femminile!
L’iniziativa consiste in 3 giri di campo (1200 metri) da percorrere di corsa o al passo.
La partecipazione è assolutamente gratuita, potete iscrivervi direttamente al CUS entro e non oltre le 18,30 del giorno della gara.

Durante l’evento è prevista una lotteria il cui ricavato verrà devoluto alla nostra associazione per le attività a sostegno di donne e bambini.
Sarà quindi possibile con un piccolo contributo a vostra scelta partecipare ad una lotteria che vi consentirà di vincere dei premi.

COME PARTECIPARE?
Per tutte coloro che non sono già iscritte ad Ateneika è necessario esibire la Tessera CUS* e il certificato medico non agonistico.
In accordo con lo spirito dell’evento siete invitate a indossare una maglia del colore femminile per eccellenza: il ROSA!!!

COSA SI VINCE?
Affinchè la vostra fatica non sia stata vana e la giornata non svanisca nella vostra memoria, consegneremo a tutte un attestato di partecipazione.
Per chi invece offrirà una donazione ci sarà l’estrazione dei premi.

MA LA PINK RUN NON è SOLO SUDORE!
Saranno infatti nostri ospiti Stefania Polese e Federico Cerulla, due artsti che incentrano le loro opere sulla figura femminile.
E dalle 21 la serata si tingerà di note rosa: calcheranno il nostro palco Chiara Effe, Sara Loreni e i Giorgieness.

*La tessera CUS potrà essere ritirata entro Venerdì 27 Maggio presso la Segreteria del CUS, che segue i seguenti orari:
Giovedì e Venerdì 9.00-12.00
Mercoledì e Venerdì 15.30-18,30

A questo link l’evento Facebook https://www.facebook.com/events/248675315492931/ Condividete e partecipate numerose!

Carta informativa – Violenza sugli Adulti

Carta dei servizijpgAl suo interno si trovano le informazioni di base ed i recapiti di istituzioni, associazioni e altri soggetti attivi, che a vario titolo collaborano con l’amministrazione, a cui rivolgersi per ottenere sostegno e accoglienza sul territorio. Il documento, agile e di facile consultazione,  garantirà un accesso consapevole alle modalità e alle forme di erogazione dei servizi; contribuirà a far emergere il fenomeno della violenza e ad incoraggiare la denuncia e la richiesta di aiuto.

Scarica tutta la Carta informativa sulla Violenza sugli adulti di Cagliari tramite il seguente link:

CARTA INFORMATIVA – Violenza sugli Adulti